Chi siamo

La nostra storia

La Sezione di Ginnastica Ritmica della Polisportiva Brembate Sopra, di cui è Presidente Dino Bellini, nasce nel 1997 con l’istituzione dei primi corsi di base. Sulla scia dei successi Olimpionici e Mondiali della Nazionale Italiana, inizia ad aumentare la visibilità di questa disciplina e con essa il numero delle ginnaste che si iscrivono alla nostra Società, consentendo di migliorare anche il livello dei programmi proposti.

Nell’anno 2003, l’attuale responsabile tecnica promuove l’affiliazione della Sezione alla Federazione Ginnastica d’Italia, istituendo sia l’attività Promozionale che quella Agonistica.


Negli anni, i quadri tecnici si sono arricchiti della presenza di istruttrici qualificate ed esperte. Le ginnaste iscritte hanno ormai raggiunto il considerevole numero di 300 unità, permettendo alla Polisportiva di allargare il proprio raggio di azione tra le palestre dei Comuni di Pontida e Bonate Sotto, oltre naturalmente al Centro Sportivo di Brembate di Sopra, che rimane sede operativa principale.


Il nostro staff

Responsabile tecnica

Daniela Rossi

Settore agonistico

Federica Berera

Keba Gambirasio
Anna Ravasio

Corsi di base

Sara Canova                   

Asya Ghezzi
Laura Capelli
Roberta Tizzoni
Jessica Amigoni
Daniela Rossi

Collaboratrici

Valentina Rovetta

La nostra disciplina

La Ginnastica Ritmica è una disciplina sportiva femminile che può essere praticata fin dall’età della scuola dell’infanzia ed ha, quale caratteristica, la realizzazione di esercizi a ritmo di musica, svolti sia a corpo libero, che con l’utilizzo di piccoli attrezzi: palle, cerchi, funi, clavette e nastri.

Questa ginnastica ha inoltre le prerogative di sviluppare l’armonia tra suoni e movimenti, di stimolare le sensibilità musicali e di accrescere la coordinazione motoria, attraverso  la solida preparazione fisica ed atletica, con allenamenti costanti e meticolosi.

Le giovani allieve iniziano a sviluppare, nei corsi di base, le capacità di apprendimento, migliorando le proprie attitudini, pur divertendosi e relazionandosi tra di loro.

Le ginnaste più dotate fisicamente, inoltre, hanno la possibilità di proseguire l’attività nei più impegnativi gruppi promozionali ed agonistici, che regalano soddisfazioni e fanno vivere emozioni anche ai genitori, spettatori assidui ed insostituibili.